Cerca
Cerca
Close this search box.

Nuovi limiti per la prestazione in capitale

La possibilità di optare per la prestazione pensionistica interamente in capitale cambia ogni anno al variare dell’importo dell’assegno sociale. Le vigenti disposizioni normative e statutarie prevedono infatti che, nel caso in cui la rendita derivante dalla conversione di almeno il 70% del montante finale sia inferiore al 50% dell’assegno sociale di cui all’articolo 3, commi 6 e 7, della legge 8 agosto 1995, n. 335, la stessa può essere erogata in capitale.

L’importo dell’assegno sociale per il 2023 è pari ad €  6.542,51.

Di seguito la tabella dei “valori soglia” di posizione previdenziale lorda (posizione totale dell’iscritto), distinti per età e per sesso, che rappresentano i limiti oltre i quali non è possibile optare per la prestazione interamente in capitale.

WordPress Table

Condividi su

Articoli correlati

2023 da record per i fondi pensione: i risultati rilevati da COVIP

2023 da record per i fondi pensione: i risultati rilevati da COVIP

Un approfondimento sui risultati raggiunti nel 2023: dall’aumento delle adesioni alla crescita in doppia cifra per i comparti azionari.

Online il Prospetto delle Prestazioni Pensionistiche – Fase di Accumulo

Online il Prospetto delle Prestazioni Pensionistiche – Fase di Accumulo

Prospetto delle Prestazioni Pensionistiche - Fase di Accumulo ora disponibile

Accesso all’Area Riservata tramite CIE e SPID

Accesso all’Area Riservata tramite CIE e SPID

Accedere all'Area Riservata è ora più facile grazie a SPID e CIE.

La dichiarazione dei versamenti volontari 2023 è ora disponibile

La dichiarazione dei versamenti volontari 2023 è ora disponibile

Un aggiornamento importante per tutti gli iscritti a Fondo Eurofer: la dichiarazione relativa ai contributi volontari versati nell’anno 2023 è